La paura nei bambini

Le paure nei bambini possono essere presenti dalla nascita, legate alla crescita o insorgere dopo eventi traumatici.
Tre stili educativi possono contribuire a creare delle paure nei bambini. Lo stile ipercritico può determinare nel bambino la paura di sbagliare e quindi non permettere lo sviluppo di una buona autostima. Lo stile perfezionistico può contribuire alla paura di non fare od essere abbastanza. Lo stile iperansioso e iperprotettivo può determinare la paura di esplorare da solo e quindi rendere poco autonomi.
La prima paura che si manifesta è quella di perdere il contatto fisico con la mamma. Poi subentra la paura dell’estraneo a 8/9 mesi, la paura della separazione dai 12/18 mesi fino ai 2/3 anni. Varie paure legate al buio, ai mostri, al temporale verso i 3/5 anni. Con l’ingresso a scuola si presenta la paura del distacco e dei personaggi di fiabe come l’uomo nero.
Con lo sviluppo di esperienze e competenze il bambino impara a gestire le sue paure ma è comprensibile che un evento traumatico possa creare una regressione. È importante rassicurare il bambino cercando di non sostituirsi a lui e di non evitare le difficoltà ma sostenerlo e accompagnarlo nell’affrontarle.
Dr.ssa Francesca Manari
Psicologa clinica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*